Agevolazioni per disabili – Promozioni gratis

Ho già parlato di alcune agevolazioni per disabili che permettono di avere la consegna gratuita facendo la spesa online da Esselunga  o la spesa online da Carrefour.

Oggi parleremo dei vantaggi che molti operatori fissi e mobili offrono a clienti affetti da sordità, cecità e cecità parziale in ottemperanza a quanto previsto dalla delibera n. 46/17/CONS.

Tra gli operatori più importanti ricordiamo:

  • Vodafone (casa: sconto 50% / mobile: 20 GB, 2000 minuti e 2500 SMS a 15 €);
  • Wind (casa: canone scontato per sempre / mobile: 20 GB, 100 minuti e SMS illimitati oppure 10 GB, minuti illimitati e 100 SMS rispettivamente per sordi e ciechi a  8 €);
  • Tre (mobile: 20 GB, minuti illimitati e 2000 SMS a 9 €).

Tariffa a costo zero con Kena Mobile

Al contrario dei tre moschettieri di cui sopra, l’operatore virtuale di Tim Kena Mobile offre GRATUITAMENTE (a 0 € al mese!):

La SIM vi verrà consegnata a domicilio da Bartolini. Al corriere dovrete consegnare una fotocopia della vostra carta d’identità e pagare 10 € una tantum per la SIM.

Per compilare i PDF senza doverli per forza stampare potete usare Adobe Fill & Sign su Android o se fate da PC la funzione “Compila e Firma” di Adobe Reader oppure da browser servizi come HelloSign.

Agevolazioni per disabili – Spesa online

Sia Esselunga sia Carrefour permettono a chi ha almeno il 60% di invalidità di fare la spesa online e avere la consegna a casa gratuitamente.

Spesa online con Esselunga

Nel caso di Esselunga (qui i requisiti) l’iter è estremamente snello e la pratica viene lavorata in un paio di giorni. Per attivare l’agevolazione basta:

  • loggarsi e
  • inviare da questa pagina una “copia di idonea certificazione della competente ASL […] attestante la percentuale di invalidità”.

Una volta attivata la consegna a costo zero bisogna attendere 24 ore perché il sistema la veda, dopodiché sarà possibile fare una spesa online con consegna a casa gratis una volta ogni 7 giorni con un minimo di 40 € di spesa (se non ci arrivate compratevi una ricarica del cellulare).

Il sito per fare la spesa online di Esselunga è un po’ macchinoso all’inizio, ma ci si fa presto la mano. Il modo più veloce per trovare ciò di cui si ha bisogno è usare la funzione di ricerca: la classificazione in categorie è scomodissima. La consegna viene effettuata al piano in fasce di due ore tra le 9:00 e le 22:00.

I punti Fidaty – che equivalgono ad un cashback di circa il 2% – vengono accreditati dopo che la spesa viene consegnata a causa di alcuni prodotto il cui prezzo non è definibile a priori (affettati, formaggi, frutta, verdura…). Non badate quindi ai punti fragola che vi verranno mostrati al check-out perché non sono corretti.

Il pagamento può essere fatto online o al momento della consegna ma non sono accettati contanti.

Spesa online con Carrefour

Anche Carrefour permette di fare la spesa online con consegna gratis a chi ne possiede i requisiti (qui i dettagli). Nel caso di Carrefour non è richiesto un importo minimo e per attivare la consegna gratuita bisognerà inviare una mail a [email protected] con:

Carrefour si impegna a rispondere entro 14 giorni e contrariamente ad Esselunga accetta anche il pagamento in contanti alla consegna.

Assicurazioni gratuite – Annullamento viaggio e protezione acquisti

L’articolo di oggi parlerà di alcune assicurazioni gratuite che è possibile stipulare online. Parleremo di un’assicurazione sanitaria gratuita (non più stipulabile purtroppo, ma disponibile pagando un piccolo premio), un’assicurazione annullamento viaggio e un’assicurazione contro il furto di beni acquistati con una carta di credito.

Assicurazione sanitaria gratuita

Che io sappia, sfortunatamente, non è più stipulabile gratuitamente. Fino a qualche tempo fa Unipol permetteva a chi apriva un conto totalmente gratuito di ricevere in omaggio un’assicurazione sanitaria abbastanza scarsa che prevedeva alcuni vantaggi tra cui:

  • il rimborso del ticket per svariati accertamenti (alcuni esempi: ecocardiografia, elettroencefalogramma, mammografia, PET, risonanza magnetica, scintigrafia, TAC, laserterapia fisioterapica);
  • sconti su visite, accertamenti e trattamenti non coperti (meh);
  • informazioni e consulenze di carattere medico (LUN-VEN 8:30-19:30 all’800009628).

Sì, insomma, niente di eccezionale, ma era gratis.

Assicurazione annullamento viaggio di PayPal

Fino alla fine dell’anno PayPal offre gratuitamente un’assicurazione di annullamento viaggio di Europ Assistance senza franchigia e con un massimale di 300 €. Il massimale è molto basso, ma se non altro è sufficiente attivare l’assicurazione e prenotare usando PayPal per essere coperti. L’assicurazione rimborsa sia le spese di viaggio (biglietti aerei) sia quelle di alloggio (hotel).

Leggendo le condizioni di polizza le esclusioni non mancano, anche perché esempi di eventi indennizzabili non sono forniti all’interno del documento ufficiale. Tuttavia, stando a quanto dice PayPal sul suo sito, almeno queste situazioni sono coperte:

  • Infortunio o malattia
  • Infortunio o malattia di chi viaggia con te
  • Furto del passaporto e impossibilità di partire
  • Licenziamento o nuova assunzione
  • Incendio, alluvione o furto che colpisce la tua abitazione
  • Condizioni mediche che ti impediscono di viaggiare (supportate da esami medici ufficiali)
  • Altre cause di forza maggiore

Più in generale Europ Assistance si impegna a risarcire in caso di “cancellazione ragionevole e necessaria del Viaggio dovuta ad una causa di forza maggiore […] che rende necessariamente impossibile il viaggio nelle date previste”.

È interessante notare come la precedente versione di questa assicurazione – fornita da Assurant Solutions – comprendesse anche la “ripetizione di un esame non superato dall’Assicurato o da un compagno di viaggio […] in cui la data per la ripetizione dell’esame cade inaspettatamente durante il periodo di Viaggio assicurato”. Sarebbe bello sapere se questa evenienza è coperta anche da Europ Assistance.

Sempre PayPal offre gratuitamente anche una “assicurazione” che rimborsa anche le spese di restituzione fino a un massimo di 30 € da attivare qui. Io stesso ne ne ho usufruito una volta e posso confermare che funziona perfettamente.

Assicurazioni sugli acquisti fatti con le carte di credito

Al di là del famoso chargeback – a dire il vero poco utilizzato in Italia rispetto ad altri paesi – molte carte di credito proteggono la merce acquistata e/o il denaro eventualmente prelevato (non prelevate con la carta!) offrendo alcune polizze incluse.

Le carte di credito gratuite che non prevedono bolli di 2 € per ogni estratto conto sopra i 77,47 € (ovvero pagate 2 € allo stato ogni mese in cui spendete più di 77,47 €) e che offrono assicurazioni gratuite sono solo la Cartimpronta di Webank e le carte di HelloBank basta, perché anche HelloBank è diventata a pagamento.

Personalmente posso consigliare senz’altro la prima, dato che tra le carte di credito è una tra le più facili da avere, anche considerando che non viene richiesta documentazione reddituale e viene data anche a studenti senza reddito. HelloBank! è invece molto più schizzinosa e per valutare la richiesta è necessario inviare la busta paga.

Nel caso di Cartimpronta vengono offerte le seguenti agevolazioni (qui i dettagli):

  • se compri qualcosa “fuori dal luogo del tuo domicilio” e te lo rubano entro tre giorni (anche dalla macchina, purché chiusa), la banca ti risarcisce fino a 260 €;
  • se compri qualcosa e te lo rubano da casa entro 6 mesi, la banca ti risarcisce fino a 1.300 € con uno scoperto del 10%;
  • se prelevi e ti rubano i soldi, la banca ti risarcisce fino alla mezzanotte fino a 260 €, con uno scoperto del 10%.
Sono esclusi:
  • oro, gioielli e orologi se costano più di 250 €, oggetti d’arte e roba preziosa in generale;
  • telefoni cellulari (…);
  • apparecchiature elettroniche, fotocamere e apparecchiature fonoaudiovisive.

Prossimamente farò un approfondimento sulle carte di credito American Express e sulle rispettive polizze, su come funziona un chargeback e su come chiedere un risarcimento in caso di cancellazione o ritardo di un volo maggiore di 3 ore usando il modulo di risarcimento EC261.

Collana “I Manuali del Trapper” – Longanesi

Ho già parlato del Manuale del Trapper di Andrea Mercanti (qui il PDF), ma recentemente ho scoperto che esistono molti altri libri che trattano di argomenti simili pubblicati da Longanesi nella collana “I Manuali del Trapper”. Ho pensato di fare un articolo per raccoglierli tutti, data la difficoltà di trovarli su Google.

Anche gli altri libri della collana, sfortunatamente, sono venduti a cifre folli e sono quasi introvabili. Di nessuno di questi sono riuscito a trovare un PDF, purtroppo.

Segue l’elenco dei titoli della collana I Manuali del Trapper con le rispettive copertine (qui alla massima risoluzione disponibile).

Leggi tutto “Collana “I Manuali del Trapper” – Longanesi”

Come fare beneficenza online con Google OneToday

AGGIORNAMENTO (31/01/2020): Google One Today purtroppo chiude e non sarà più disponibile dal 6 febbraio 2020.

C’è un’app di Google poco conosciuta in Italia che permette di fare donazioni in beneficenza senza costi di transazione: OneToday (APK).

Può sembrare una cosa banale, ma su un importo basso le commissioni di PayPal incidono tantissimo. Nel caso di una ONLUS, la ricezione di denaro con PayPal richiede 0,35 € + 1,8%.

Questo vuol dire che se donate 1 €, circa il 37% va sprecato. Se donate 5 € l’8,8% va a PayPal. Con 10 € la percentuale diventa più ragionevole e arriva al 5,3%. Ma è comunque tanto, soprattutto considerando che la maggior parte delle persone non fa beneficenza.

Ma perché la gente non fa beneficenza? Perché è uno sbattimento: devi trovare a chi dare i soldi, devi capire come vengono spesi, dove vanno, se vengono sprecati. Poi bisogna considerare anche come donare: magari bisogna inviare un bollettino oppure la pagina di donazione richiede mezz’ora per essere compilata. Magari bisogna iscriversi e spesso c’è anche un importo minimo di 10 €.

Con OneToday la donazione è istantanea e richiede solo un paio di tap (o click, se fate da browser). L’importo minimo è di solo $1 e non ci sono costi di transazione, perché tutti coperti da Google. Se donate un dollaro arriva un dollaro, e basta $1 per dare acqua potabile a due persone per un anno. Anche $1 al mese aiuta.